domenica 20 ottobre 2013

le ricette di rebecca









VENEZIANE

Ingredienti
pasta
175 gr. pasta madre
60 gr acqua
100 gr. latte
4 cucchiai zucchero
1 cucc/no sale
2 tuorli
200 gr. farina 0
50 gr. manitoba
50 burro
aroma limone
crema
 150 gr. latte
1 rossi d’uovo
2 cucchiai di zucchero
mezzo cucchiaio colmo di farina 00
baccello di vaniglia

Preparazione:

in una ciotolina  ammorbidire la pasta madre con l’acqua  e la manitoba , mescolare  con una forchetta  fino ad ottenere una pastella , lasciare riposare coperto per almeno trenta minuti. Unire tutti gli ingredienti  alla pasta madre , per ultimo il  burro ammorbidito ,


 impastare a mano o con l’impastatrice, lasciare lievitare fino al raddoppio , o almeno per tre ore , coperto con  un telo di plastica per alimenti e  , sopra , un canavaccio , al caldo e lontano dalle correnti. Dopo la lievitazione , scodellare la pasta  sulla spianatoia infarinata ,



 ripiegarla su se stessa in tondo  spolverando di farina , quando sarà  trattabile e non appiccicosa  stendere  con il mattarello ,fare un rettangolo in lungo  , ripiegare  la parte alta  verso il centro e  sopra la parte  bassa a sovrapporre , pieghe  a tre , girare  la piegatura  dalla parte  di chi lavora e  ristendere in verticale, ripiegare per  3 o quattro volte di seguito, fino a ché la pasta non risulti bella compatta, poi riposare in frigo per  trenta minuti .


 Dopo il riposo  dividere la pasta  e formare tante palline , la quantità dipende dalla grandezza che vogliamo dare alle veneziane , calcolare che raddoppiano in lievitazione e ancora in cottura.


 Disporre a debita distanza sulla teglia  con carta forno  e lasciare  lievitare per tutta la notte o comunque  per  circa 6/8 ore , dipende dalla temperatura. Preparare la crema  e lasciare raffreddare.




 A lievitazione terminata  fare , su ciascuna pallina ,un taglio ,mettere la crema sul taglio. Fare riposare per  10/15 minuti  ed infornare a forno caldo 180° per 20 m. c/a. Guarnire con polvere di cacao , volendo si può mettere dell’altra crema nell'interno con una siringa o facendo un  taglietto  lateralmente o sotto la veneziana.

Il commento di Rebecca:

non le ho mai mangiate perché non è un dolce  che mi ispira , poi ne ho sentito decantare le lodi , è scattata la molla , le ho dovute fare! Naturalmente neanche le ho assaggiate, ma i commenti sono stati molto favorevoli. Ho sostituito la granella di zucchero  con una spolverata di cacao , tanto per dare un tocco personale, neanche a dirlo , sono  durate ……..un sol giorno , come le rose, tanto per fare una citazione.



11 commenti:

Sabrina Fattorini ha detto...

buonissime!!!!!

cliv ha detto...

sono veramente sfiziose...invogliano anche solo a vederle!

VicainCucina ha detto...

Ma io non le avrei fatto durare neanche un giorno... :) Con quel aspetto stramegadelizioso... buonissime!!!

carmencook ha detto...

Ma quanto sei brava Reby!!!
Devono essere buonissime!!
Un abbraccio e buon inizio setimana
Carmen

cliv ha detto...

ah ah ah la mia le ciammellette o risichelle che bei ricordiiiiii

speedy70 ha detto...

Bravissima, sono perfette!!!!

Simo ha detto...

le adoroooooo
ricordi di bambina...mia nonna me le comperava sempre!
Brava Reby...sono favolose

cadè ha detto...

Ma davvero non le hai assaggiate? Sembrano così buone, sono venute bene!

Giovanna ha detto...

Stupende, come tutti ituoi lievitati! Sei proprio brava Reby! Un bacio

rebecca ha detto...

un grosso grossissimo grazie a tutti voi , leggere i commenti è come avere vicini tanti cari amici , grazie ancora
Reby

Federica Simoni ha detto...

Rebecca domani passo a colazione da te, sono irresistibili!!!!!!!!