venerdì 30 dicembre 2011

messaggio di rebecca





FELICE ANNO NUOVO A TUTTI




sto partendo per La Maddalena , vi auguro ogni bene per il nuovo anno ,dopo le feste riprenderò a scrivere e a lasciare commenti , spero che sarà un periodo più tranquillo.
Auguri di cuore , Buon 2012!!!!



sabato 24 dicembre 2011

messaggio di rebecca





BUON NATALE!



Non riesco a passare personalmente da tutti gli amici per augurare un sereno Natale e allora lo faccio pubblicamente, Buon Natale a tutti voi , che sia sereno e porti pace e benessere ai nostri cuori.


Ricordiamoci in questo momento di chi è meno fortunato di noi ,tante sono le persone che soffrono , certo non possiamo aiutate tutti ,dedichiamo a loro un poco del nostro pensiero, ricordiamoci dei bambini alluvionati , bella l'iniziativa de La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara con il calendario e il libricino , possiamo aiutarli, passiamo parola.per saperne di più questo il link
http://rosemarieandthyme.blogspot.com/2011/12/la-community-di-cucina-italiana-per.html





Buon natale a tutti !!!!!!






mercoledì 14 dicembre 2011

le ricette di rebecca








Cappelletti di brioche al formaggio







consigliato menù feste





Ingredienti:


pasta brioche
250 gr. pasta madre
160 gr. acqua
1 cucchiaino di zucchero
2/3 cucchiaini di sale
4/5 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 tuorli di uovo
70 gr. farina manitoba
280 gr. farina 0
70 gr. burro
fiala aroma di limone
ripieno
100 gr. caciottina dolce
50 gr. mortadella a fettine sottili
50 gr. provola
10 noci
olive verdi


Preparazione:

nella impastatrice mettere la pasta madre con la farina manitoba e metà acqua, fare impastare per qualche minuto, fino a ché diventi una crema densa, lasciare lievitare per una mezz’ora; poi unire tutti gli altri ingredienti per la pasta brioche, tranne il burro e fare impastare per 10/15m. , infine unire il burro sciolto e freddo, continuare d impastare fino a ché l’impasto risulti bene incordato e lucido, lasciare lievitare fino a raddoppio, circa un’ora , ma anche più a lungo chiaramente dipende da vari fattori non ultima la temperatura . Il tutto si può fare anche a mano. Quando sarà lievitato , riprendere l’impasto e rovesciarlo delicatamente sulla spianatoia infarinata , impastare ancora per qualche minuto, la pasta assorbirà la farina necessaria, qualora dovesse attaccarsi alle mani aggiungere altra farina, a spolvero, finché non sarà bella omogenea liscia e compatta. Dividere in due l’impasto , con una parte fare dei cornettini come spiegato in questa ricetta, al centro mettere un pezzetto di formaggio e mezza oliva, oppure un quadratino di provola e mezzo gheriglio di noce, chiudere il cornetto. Stendere con il matterello l’altra parte dell’impasto, ricavare dei quadrati con il lato di 5/6 cm, mettere al centro la mortadella con il formaggio , avvolgendo la prima intorno al secondo, o gli altri ripieni, chiudere il quadrato unendo due angoli a formare un triangolo , poi ripiegare ancora su se stesso , girare intorno al dito e chiudere i due lembi uno sull’altro lasciando la parte con la punta all’esterno. Mettere su carta forno a lievitare direttamente in teglia, ben distanziati ,in forno freddo, per almeno cinque ore, una volta lievitati spennellare con latte tiepido , poi cuocere a 180° per circa 15 minuti, controllare la cottura , il tempo è sempre relativo al forno. Servire caldo o/e freddo.


Il commento di Rebecca:


la pasta brioche mi intriga molto , l’ho sempre fatta in versione dolce , ma per il compleanno di mio marito ho voluto fare degli antipasti caldi, e allora ho aggiunto del parmigiano , un po’ di sale , un ripieno sfizioso , ma qui ci si può sbizzarrire, ed ho fatto dei cornettini ini ini, ma volevo qualcosa di nuovo almeno visivamente ed allora ho fatto dei cappelletti , come quelli che si mangiano in brodo , ma di pasta brioche , sono venuti carini e presentati in vassoio coni cornetti hanno fatto la loro bella figura, (la foto non rende giustizia!). Il gusto poi….buonissimi , ho fatto appena in tempo ad assaggiarne uno , i ragazzi li hanno letteralmente spazzolati , però bella soddisfazione! Ho pensato di farne un po’ e surgelarli, naturalmente prima della lievitazione , magari mi anticipo per le Feste……
in questo periodo ho pochissimo tempo e spesso non riesco a commentare i vostri piatti , ma vi seguo sempre lo stesso.

venerdì 9 dicembre 2011

le collaborazioni di rebecca
















Cosigliato menù feste



Ingredienti:

foto
sorpresa
meraviglia
piacere
affetto
sorriso
risparmio
creatività

Preparazione:

mescolare le nostre foto più belle, creatività, affetto , piacere risparmio fino ad ottenere un composto che provocherà sorpresa meraviglia sorrisi piacere a chi lo riceverà. Una magica ricetta per un magico Natale, Miofotografo.it con i suoi fotolibri , calendari, puzzle, peluche oggettistica , è lo strumento per scatenare la nostra creatività e fare il regalo giusto, personalizzato e finalmente originale per questo Natale, è facilissimo basta andare sul sito , scegliere l’articolo che più ci piace tra la vasta gamma, e creare, per esempio, il nostro fotolibro , usando il programma che il sito ci fornisce , vedere...per credere:



video



La cosa interessante è che potremo ritirare e pagare l’articolo scelto presso il fotografo , convenzionato , vicino a casa nostra, quindi niente attese in casa per la consegna ne pagamenti anticipati.

Il commento di Rebecca:

in questo periodo tutti stiamo cercando il regalo giusto che, senza spendere una fortuna, sia piacevole , stupisca e faccia felice chi lo riceve ; così quando ho ricevuto da bloggeritalia l’invito a far conoscere Miofotografo.it , sono andata a sbirciare e…sono rimasta ammaliata dalle possibilità infinite che si prospettano, mi si è aperto un mondo , poter fare un libro con tutte le foto , in vari formati e crearlo a mio piacimento , che meraviglia! E poi un mare di calendari , agende oggetti per la casa e per i bimbi, bello bello! Andate a sbirciare sono sicura che vi piacerà e vi colpirà come è successo a me , e già mi stuzzica l’idea di un fotolibro con tutte le foto dei piatti… e per una neo nonna un fotolibro del piccolino e poi …..scateniamo la fantasia!

mercoledì 30 novembre 2011

le ricette di rebecca





CARCIOFI RIPIENI CON SEPPIE



Ingredienti :


6 carciofi violetti
2 seppie media grandezza
pangrattato
parmigiano grattugiato
olio extravergine d’oliva
prezzemolo
1 spicchio di aglio


Preparazione:


Pulire i carciofi togliendo le foglie dure, dando il classico taglio a rosa, tagliare i gambi all’attaccatura in modo che i carciofi rimangano dritti. Sbollentare le seppie , dopo averle pulite, per circa 5 minuti , passarle al mix ad ottenere un “macinato “ di seppia, al quale unire un paio di cucchiai di pangrattato, un cucchiaio di parmigiano , due cucchiaini di prezzemolo tritato sale q.b.. Con il composto ottenuto farcire i carciofi che avremo provveduto ad aprire forzando dal centro delle foglie,con le dita, a creare una fossetta. Metterei carciofi , dritti, nel tegame con l’acqua fino a coprire i loro due terzi , la cima rimarrà fuori cosicché non fuoriesca il ripieno, unire l’aglio, un rametto di prezzemolo, irrorare con un paio di giri di olio , salare, coprire e cuocere a fuoco moderato. Quando l’acqua sarà evaporata i carciofi saranno cotti , lasciare rosolare un poco con l’olio poi spegnere il fuoco e lasciare nel tegame , coperto , a riposare per almeno un’ora, meglio se cucinati la mattina per la sera o viceversa, prenderanno più sapore. Servire caldi o freddi secondo gusto.

Il commento di Rebecca:


seppie con i piselli, un classico , seppie con i carciofi , una piacevole variante , ed allora perché non provare i carciofi con le seppie? E allora via con la sperimentazione: progettato , provato , assaggiato …..buono! il test è superato , la ricetta approvata dagli assaggiatori e ufficializzata sul blog. Naturalmente le seppie si possono anche acquistare congelate e magari già pulite così si guadagna tempo e il risultato non cambia.

lunedì 28 novembre 2011

le ricette di rebecca







PIZZA FIORI DI ZUCCA AL FORNO A LEGNA


Ingredienti per quattro persone:


50 gr. manitoba
100 gr. farina 0
350 gr. farina di grano duro
350 gr. acqua
150 gr. lievito madre
sale q.b.
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino zucchero
100 gr. mortadella a fette sottili
50 c/a fiori di zucca
500 gr. di mozzarella


Preparazione :


Impastare il lievito madre con la manitoba e 100 gr. di acqua in una ciotola e un cucchiaino di zucchero, mescolare bene fino ad ottenere una pastella, lasciare riposare per circa 1ora.
Trascorso il tempo necessario unire le altre farine e l’acqua rimasta mescolare bene , quando si saranno amalgamati gli ingredienti , unire il sale ed impastare bene fino ad ottenere un impasto ben incordato seppur morbido,lasciare lievitare coperto con uno strofinaccio umido e/o un telo di plastica alimentare, per un minimo di 6 ore, dipende dalla temperatura dell’ambiente , d’inverno di solito occorre il doppio del tempo e anche di più.
Quando la pasta sarà ben lievitata , gonfia fino a tre volte, scodellare la stessa sulla spianatoia ben infarinata dividere in quattro parti , oliare 4 teglie , rotonde a porzione, ed allargare, con le mani , su ognuna di esse una parte della pasta , fino a combaciare perfettamente con la forma della teglia. Stendere, su ogni pizza, la mortadella a coprire il fondo e sopra in ordine posizionare i fiori di zucca precedentemente lavati , e privati del pistillo e dei sepali, salare e oliare , con moderazione , distribuire la mozzarella sminuzzata ed infornare nel forno a legna pulito della cenere , lasciando in fondo al forno dei tizzoni ardenti per mantenere il giusto calore. Tempo di cottura circa 15 minuti.


Il commento di Rebecca:
i fiori dell’orto freschi,il sottogusto stuzzicante della mortadella, la fragranza dell’impasto con il lievito madre , la croccantezza della cottura a legna, la mozzarella che fila…….che dire , una vera meraviglia!naturalmente questa pizza l’ho fatta questa estate , la posto ora causa …lista d’attesa




mercoledì 23 novembre 2011

le ricette di rebecca








LE SETTE RICETTE DI REBECCA



eccomi qui dopo una lunga...elaborazione dati , a rispondere all'invito di Ely per partecipare anch'io a questo gioco del..."ritiro fuori vecchi post", poi alla fine è stato piacevole riandare indietro , meno piacevole vedere certe foto proprio brutte, non che adesso siano eccelse , ma per lo meno passabili per quanto mi permette la mia ignoranza in fotografia; non è stato facile scegliere , ma alla fine ho dovuto
Vado per ordine:



1) il post più bello - TORTA ANGELICA



per me uno dei più belli , perchè trovo che questa torta sia bellissima.



2) il post più utile - PASTELLA PER FRITTI




utilissima ricetta della mia mamma che garantisce fritti buonissimi ed asciutti , una ricetta preziosa che ho voluto condividere.


3) il post più popolare - PASTA CON I FAONI




ha riscosso un meritatissimo successo


4) post il cui successo mi ha sorpreso-BUCATINI ALL'AMATRICIANA




per me è un piatto così....normale..


5) post che non ha avuto il successo che meritava- FRUTTA SECCA E CANDITA RICOPERTA DI CIOCCOLATO-






una cosa guduriosa e molto carina da presentare , anche molte altre ricette , quelle dei primi periodi del blog non hanno avuto il dovuto interesse , ma ancora non ci conosceva nessuno...


6) post più controverso- LE FORMAGELLE DI REBECCA





e sì , perchè gli spazzolatori non si fidavano dei cambiamentei fatti alla ricetta originale, prima dell'assaggio , poi pienamente d'accordo


7) post del quale vado più fiera- PANETTONE





ne vado fiera perchè mai avrei creduto di riuscire a fare , in casa , il panettone che sapesse di ...panettone!


ed ora passo il testimone a:














buona ricerca a voi






lunedì 21 novembre 2011

le ricette di rebecca







CROSTATA STELLINE UVA E KAKI


Ingredienti (per 2 crostate )


500 gr. farina
140 gr. zucchero
3 uova intere
125 gr. burro

1 pizzico di sale

mezza bustina di lievito per dolci
marmellata di uva
marmellata di kaki
1 tazza di mandorle
100 gr. cioccolato extrafondente


Preparazione:


in una ciotola larga amalgamare la farina le mandorle sminuzzate, quasi a farina, il lievito, un pizzico di sale, al centro creare un avvallamento dove unire le uova sgusciate e lo zucchero, sbattere bene con una forchetta e unire agli altri ingredienti fino a formare una pasta morbida e compatta , incartare con la pellicola alimentare e lasciare riposare in frigo per almeno 30 minuti. Preparare una “sbriciolata” di mandorle e cioccolato triturando grossolanamente entrambi. Trascorso il tempo di riposo riprendere la pasta, dividere in due parti una pari a un terzo dell’altra. Prendere la parte più grande e stenderla con il matterello su un foglio di carta forno, dando la classica forma di disco, porre la base nella teglia tagliando l’eccesso di carta .Iniziando dal centro ,mettere un cucchiaio di marmellata di kaki, intorno uno strato circolare di marmellata di uva largo circa 2 cm., seguitare con un altro strato circolare, sempre intorno al precedente, sempre di circa 2 cm. di larghezza, alternando le marmellate a formare dei cerchi concentrici. Terminato di coprire la base della crostata con le marmellate , sfarinare a pioggia la sbriciolata di mandorle e cioccolato. Con la rimanente pasta fare un lungo rotolino e metterlo tutto intorno il diametro della crostata schiacciarlo con la punta di un cucchiaino, a creare un disegno di cornice; stendere il restante impasto e ricavare delle stelline, con l’apposita formina, per decorare la superficie della crostata. Infornare a 180° per circa 30 minuti.


Il commento di Rebecca:

secondo esperimento di crostata a cerchi, facendo più cerchi il gusto diventa molto particolare , una nuova emozione per il palato. Questa volta è anche carina esteticamente, mi miglioro per fortuna, quando l’ho presentata ha avuto un buon successo , ma quando l’hanno assaggiata il successo è stato completo.

venerdì 18 novembre 2011

le collaborazioni di rebecca






SCONTI E CONVENZIONI PER TUTTI


Ingredienti:


sconti ed idee regalo
sconti per acquisto mobili
sconti su abbigliamento
sconti per nuovi abbonamenti cellulare
sconti su viaggi
promozioni per arredo giardino
promozioni per vasche idromassaggio , piscine, saune
sconti vantaggi qualità

Preparazione:


questo potrebbe essere un menù feste , perché adesso è tempo di regali, soprattutto ci servono idee e risparmio , perciò se mescoliamo questi ingredienti otterremo una ricetta fantastica per avere il meglio e la convenienza. Il tutto vale anche al di fuori delle festività , perché la cosa bella è che le promozioni e le opportunità , le possiamo trovare sempre , basta iscriversi al sito sonotigre.it per avere la possibilità di poter scegliere e risparmiare .

Il commento di Rebecca:


mi piace rendervi partecipi di questa opportunità , senza impegno date un’occhiata e sono sicura che troverete molto interessante questa parte del sito.
Quando c’è da fare un acquisto si valuta sempre tra le varie offerte , per vedere la convenienza e la qualità, iscrivetevi e prendete l’abitudine di consultare il portale , ne vale veramente la pena.

martedì 15 novembre 2011

le ricette di rebecca









BOCCONCINI ALLA NUTELLA




Ingredienti:


300 gr. farina 00
75 gr. zucchero
85 gr. burro
65 gr. yogurt bianco cremoso (mezzo vasetto)
2 cucchiaini colmi lievito in polvere per dolci
buccia grattata di limone (di uno se piccolo o di mezzo se grande)
1 uovo intero
1 rosso d’uovo
nutella q.b.


Preparazione:


in una terrina miscelare la farina con il lievito , lo zucchero ed un pizzico di sale, unire le uova e il burro sciolto, ma freddo, lo yogurt , sbattere bene con una forchetta ad unire gli ingredienti ,impastare fino a formare una pasta morbida e compatta , incartare con la pellicola alimentare e lasciare riposare in frigo per almeno 30 minuti. Trascorso il tempo di riposo riprendere la pasta, dividere in due parti una pari a un terzo circa dell’altra, stendere a sfoglia la parte maggiore. Con uno stampino rotondo ricavare tanti tondi quanti ne permette la sfoglia, poi rimpastare i ritagli e procedere fino a terminare la pasta, disporre i tondi sulla teglia con la carta forno. Su ognuno mettere un cucchiaino di nutella. Stendere la seconda parte della pasta e ricavare da questa tante formine, con gli appositi stampini per biscotti,quanti sono i tondi con la nutella, mettere questi ultimi sopra alla nutella e pressare leggermente ; se non si hanno gli stampini si possono fare dei lunghi rotolini e metterli intorno alla nutella. Infornare a 180° per circa 30 minuti.


Il commento di Rebecca:


in qualche modo dovevo usare gli stampini che ho trovato al mercatino, orsetto, stella, cuore, ippopotamo e altri, tutti carinissimi, allora ho fatto questi dolcetti , da dopo cena , sì perché il maritino ha le carenze di …coccole alimentari serali, dopo cena arriva la fatidica frase….”non c’è qualcosa di dolce? ” questi sono adattissimi , sfiziosi , giustamente dolci e coccolosi, proprio buoni !




aggiungo questa mia semplice ricetta alle altre già scritte in nome della solidarietà per i bambini di


Rocchetta Vara,








vi invito a partecipare a questa iniziativa , c'è bisogno di tutti e so che la risposta sarà come al solito forte, troverete qui nel blog Melagranata tutte la notizie sull'iniziativa , mettiamoci il cuore e se possiamo oltre alla ricetta mandiamo anche un aiuto economico ,queste le coordinate bancarie:




sabato 12 novembre 2011

le ricette di rebecca







CROSTATA ZUCCA PERA E NOCI




Ingredienti


300 gr. farina 0
125 gr. burro
1 uovo intero
1 tuorlo
75 gr. zucchero
mezza bustina lievito in polvere per dolci
mezza fiala aroma arancio o limone
2 pere mature
1 vasetto di marmellata di zucca
1 tazza da te di gherigli di noce sminuzzati
50 gr. cioccolato fondente
1 pizzico di sale



Preparazione:



in una ciotola larga versare la farina e il lievito mischiati fare la fontana e unire le uova lo zucchero il burro ammollato la fiala di aroma e il pizzico di sale. Impastare velocemente fino ad ottenere una pasta omogenea, coprire con la pellicola alimentare e lasciare riposare in frigo per almeno mezza ora .
Tagliare un foglio di carta forno, della grandezza della teglia scelta per la cottura, e disporlo sulla spianatoia. Stendere sulla carta la pasta necessaria per la crostata ,lasciandone un poco per la guarnizione,dando la classica forma circolare . Porre nella teglia e tagliare la carta in eccesso. Spalmare uno strato sostanzioso di marmellata di zucca, sopra distribuire le noci sminuzzate , poi le fettine di pera , tagliata verticalmente , a raggiera, da ultimo, a pioggia, il cioccolato anch’esso sminuzzato. Con la pasta rimasta fare un lungo rotolino e porlo sul diametro della crostata , farlo aderire premendo leggermente con i rebbi della forchetta. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti. Servire fredda con una spolverata di zucchero a velo.



Il commento di Rebecca :
dovevo provare la marmellata di zucca e poi volevo provare a mischiare questi sapori d’autunno , risultato non sono riuscita a fotografare la fetta con lo zucchero a velo , avevo pensato a un bel piattino e vicino una bella pera…. sono tornata a casa e …cuccù non ce n’è più!




con questa ricetta partecipo al contest di SULEMANICHE




lunedì 7 novembre 2011

le ricette di rebecca







ROTOLI BRIOCHE RIPIENI



Ingredienti:


pasta brioche
350 gr. pasta madre
230 gr. acqua
2 cucchiai zucchero
1 cucchiaino di sale
3 tuorli di uovo
100 gr. farina manitoba
400 gr. farina 0
100 gr. burro buccia grattata di limone o arancio
ripieno
nutella
nocciole tritate
glassa
1 chiara d’uovo
2 cucchiai di zucchero a velo


Preparazione:


nella m.d. mettere la pasta madre, con la farina manitoba e metà acqua, fare impastare per qualche minuto, fino a ché diventi una crema densa, lasciare lievitare per una mezz’ora; poi unire tutti gli altri ingredienti per la pasta brioche, tranne il burro e fare impastare per 10/15m. , infine unire il burro sciolto e freddo, continuare d impastare fino a ché l’impasto risulti bene incordato e lucido, lasciare lievitare fino a raddoppio,circa un’ora, chiaramente dipende da vari fattori non ultima la temperatura , il tutto sempre nella macchina del pane a freddo,sipuò usare anche l’impastatrice, oppure impastare tutto a mano. Quando sarà lievitato , riprendere l’impasto e rovesciarlo delicatamente sulla spianatoia infarinata , allargare dando una forma rettangolare aiutandosi con un matterello, ma senza usare molta energia, tagliare poi in tante strisce, alte un palmo e lunghe due, circa , per quante ce ne verranno . Su ogni striscia mettere un paio di cucchiaini di nutella e un cucchiaino di nocciole triturate , poi arrotolare , partendo dal lato più corto, su se stesse, mettere in teglia sulla carta forno , distanziare perché dovranno ancora crescere. Lasciare lievitare in luogo caldo , anche per 4/5 ore, fino a ché saranno quasi raddoppiati, cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, dipende sempre dal tipo di forno e quindi controllare. Preparare la glassa unendo alla chiara d’uovo lo zucchero a velo , amalgamare con una forchetta , sbattendo delicatamente il composto , fino a sciogliere bene lo zucchero. A cottura ultimate spennellare i rotoli caldi con la glassa e rimettere in forno per uno due minuti. Gustare freddi o anche tiepidi.



Il commento di Rebecca:


da quando ci siamo conosciute , non ci siamo più lasciate !
Parlo della signora pasta madre, naturalmente, tra rinfreschi e preparazioni varie , la nostra frequentazione è decisamente assidua. Devo dire che ancora non mi ha mai tradito, è una vera amica, e anche in questa occasione si è rivelata tale, questi rotoli briosciosi sono stati un successo , li ho messi in forno la sera , programmando accensione e cottura per la mattina successiva, hanno lievitato tutta la notte e la mattina, che risveglio, un profumo buonissimo di pasticceria , e loro lì belli fragranti ed invitanti che occhieggiavano dal forno, colazione da re! Naturalmente io ho gustato solo il …profumo , ma gli altri…anche il resto!
Due annotazioni: la quantità è notevole , infatti ho surgelato una parte dei rotoli prima dell’ultima lievitazione, conservati nel congelatore li tirerò fuori all’occorrenza , la sera per cuocerli la mattina successiva; la seconda , la pasta non è molto dolce , eventualmente si può aggiungere altro zucchero all’impasto.


con questa ricetta partecipo al contest di La Dolce Vita

venerdì 4 novembre 2011

le ricette di rebecca












MARMELLATA DI ZUCCA



Ingredienti


800 gr. zucca al netto degli scarti
300 gr. zucchero
1 limone


Preparazione:


sbucciare la zucca e mondarla dai semi e filamenti , tagliarla in tocchetti e metterla in una pentola ,di acciaio , a cuocere per una ora circa , se necessario aggiungere, all’inizio, mezzo bicchiere di acqua, coprire con il coperchio. Quando la zucca si sarà ridotta quasi in poltiglia aggiungere lo zucchero mescolare bene , quando lo zucchero sarà sciolto aggiungere il succo e la buccia grattata del limone, frullare il tutto con il frullatore ad immersione per avere un aspetto più cremoso. Cuocere il tempo necessario per ottenere una marmellata che alla prova cucchiaino , mettere un cucchiaino di marmellata su di un piattino inclinato , rimane soda e non scende . Invasare nei barattoli precedentemente sterilizzati, chiudere bene con il coperchio , capovolgere e lasciare raffreddare lentamente coperti da un panno o nel forno freddo.


Il commento di Rebecca:


per Ognissanti ho ricevuto una bella zucca , tipo quella utilizzata per la carrozza di Cenerentola, davvero enorme , mio marito non ce la faceva a portarla! Bellissima , ma un po’ ingombrante, e poi difficile da mantenere , a Roma dove la temperatura è sicuramente più alta , rispetto al suo paese di provenienza. Abbiamo provveduto a pulirla , una parte riposa in congelatore, due belle buste le ho regalate ma il quantitativo rimasto è sempre a livello …industriale ! Il solo pensiero che possa marcire mi fa inorridire , ma il frigo ha i suoi limiti di spazio , così ho pensato di cucinarla in vari modi uno è stato questo esperimento di marmellata, ne sono venuti tre vasetti medi , il sapore è una vera rivelazione , molto buona davvero, penso che ne farò ancora un po’. Ho cercato nel web ed ho trovato varie ricette , ma io avevo già proceduto come al solito e così ho continuato , l’unico consiglio che ho seguito è l’utilizzo del limone.