martedì 31 marzo 2015

le ricette di rebecca







PASTA COZZE  E PECORINO


Ingredienti per  quattro persone

400 gr. vermicelli
600 gr.  cozze
1  scalogno
peperoncino in polvere q.b.
1  ciuffo prezzemolo
1  bicchiere di passata  di pomodoro
pecorino  grattugiato  q.b.
olio extravergine  d’oliva


Preparazione:
in una padella  mettere le  cozze , pulite, a fiamma  vivace, come  iniziano a d  aprire  le  valve  spegnere il  fornello e  lasciare  nella padella   con  coperchio.
In un’altra  padella  capiente , dovrà  contenere poi  anche la pasta, mettere due  giri  di olio  lo scalogno  affettato  e fare  scaldare , unire la  passata , il prezzemolo , lavato e  spezzettato, poco peperoncino , e l’acqua  delle  cozze  filtrata, lasciare  sobbollire  per una  decina di minuti. Nel  frattempo  togliere le  cozze  dalle  valve , lasciandone  qualcuna intera per  guarnire il piatto. 


Unire  alla fine un paio di giri  di  olio e le  cozze sgusciate , testare  se  il  sugo è  saporito  o necessita  di una  aggiunta  di  sale , di solito non  serve, altrimenti  aggiustare , se  dovesse  risultare particolarmente  saporito  evitare di salare l’acqua  della pasta. Fare  andare il sugo  a  fuoco lento  per pochi minuti poi  spegnere e lasciare  riposare. Portare l’acqua  a bollore  buttare la pasta  togliere  a metà  cottura  , porre la stessa nella padella  con il  sugo,


 terminare la  cottura in padella  aggiungendo  tanta  acqua , di cottura  della pasta ,  quanta ne  necessita. A termine  cottura, spegnere  il  fornello lasciare riposare un minuto  con il  coperchio, poi  


servire calda  con una  spolverata di pecorino .

Il commento di Rebecca:


una pasta  che  a noi  piace  moltissimo , gustosa ed  appagante , mette di  buon umore. Quando l’ho  assaggiata la prima  volta  ero molto scettica  sull'uso  del pecorino  con il pesce , mi sono dovuta  ricredere  perché sposano  benissimo, infatti  da allora  lo uso anche  su altre paste al sugo  di pesce.




domenica 22 marzo 2015

le ricette di rebecca










BIGNE’ DI  SAN  GIUSEPPE  AL  FORNO 

REBECCAMENTE....MODIFICATI


Ingredienti per 10/12 bignè  grandi:

200 gr. acqua
100 gr. burro
130 gr. farina 00
4 uova
1 pizzico di sale  
1 cucchiaino di  zucchero
 crema ganache
50 gr. cioccolato fondente
50 gr. panna  da montare vegetale zuccherata senza grassi idrogenati
crema chantilly
2 uova di  crema
100 gr. panna  da montare zuccherata vegetale senza grassi idrogenati

Preparazione:

montare i 100 gr. di panna . preparare la crema chantilly, realizzata con due uova di crema  dove andrà aggiunta, una volta fredda,  la panna montata precedentemente. Preparare la ganache  di cioccolata  sciogliendo il cioccolato fondente di qualità nella panna liquida vegetale zuccherata, senza grassi idrogenati , bollente; lasciare intiepidire .
Mettere in un tegame inox con un buon fondo l'acqua, il sale, lo zucchero e il burro, che deve sciogliere.
Quando l'acqua bolle ed il burro sarà sciolto, togliere il tegame  dal fuoco e versare la farina tutta in una volta. Mescolare bene per evitare che si formino i grumi. Rimettere sul fuoco e continuare a mescolare finché la pasta non si stacchi e formi un unico blocco una sorta di pasta liscia e inizi a sfrigolare.
A questo punto  togliere dal fuoco e lasciare intiepidire. Aggiungere le uova, sbattute  con la  frusta , poco alla  volta: non aggiungere l'uovo successivo finché il precedente non sia completamente assorbito. L’impasto finale sarà una crema densa e consistente.(foto del procedimento  qui ) 


Distribuire l’impasto, sulla placca con la carta forno, aiutandosi  con un cucchiaino, o  con il  sac a poche a formare dei  mucchietti regolari e distanziati . Infornare  a forno caldo  a 220°, altrimenti non gonfiano, cuocere per circa 20 minuti, attenzione ad abbassare la temperatura a  200° dopo 10 minuti. Una volta cotti vanno lasciati in forno  spento e con lo sportello aperto fino a ché siano freddi , altrimenti potrebbero sgonfiare. Altro  sistema , consigliabile  se  si ha un  forno  potente  e si vuole usare il termo ventilato : infornare  a forno  caldo alla massima  temperatura  chiudere lo sportello e  spegnere il  forno per 10/15 minuti , riaccendere a 170°e cuocere per  altri 15 minuti,





 poi  lasciare  chiuso e spento il forno per  altri  10 m. e alla fine  fessurare lo  sportello mettendo un manico  di cucchiaio di legno e lasciare  freddare.



Quando  i  bignè  saranno  ben  freddi  riempire  di  crema usando il  sac a poche , 


facendo un  forellino  sotto , oppure  tagliare  a metà  e farcire di crema. 


Colare  dall’apice  dei  bignè la  ganache  tiepida



e guarnire  con un poco  di panna lasciata  da  parte.

 Il commento  di Rebecca:


fare i  bignè è  sempre un …rischio , più che  altro è la  cottura  che mi  da pensiero , da  quando ho il  forno nuovo   c’è  sempre il  rischio  che mi  si colorino  gli impasti  troppo  presto  e non  cuociano  bene  dentro , infatti ho  dovuto  abbassare prima la  temperatura, si stavano  abbronzando” troppo,  e  alcuni  si  sono  abbassati,  comunque  sono  venuti  buonissimi e sono praticamente  spariti . La tradizione li vuole con  la  crema pasticcera  bella  consistente , a noi piace   con un po’  di panna   quindi  sono  rebeccamente  modificati , anche   esteriormente , rispetto alla tradizione.













giovedì 19 marzo 2015

le ricette di rebecca









GNOCCHETTI GAMBERI E CARCIOFI AL PROFUMO DI LIMONE

Ingredienti per quattro persone:

1 kg. gnocchetti di patate
2 carciofi
1 scalogno
1 ciuffetto di prezzemolo
6 cucchiai  di passata di pomodoro
6 gamberi (media misura)
1 limone non trattato
1 bicchierino di  brandy
5 cucchiai olio extravergine di oliva
sale q.b.

Preparazione:

Pulire i carciofi eliminando le foglie dure, pulire anche i gambi eliminando la parte legnosa, strofinare con il succo di limone e sciacquare. Ridurre a fettine fine i carciofi e a rondelline , sempre fine, i gambi; porre in una padellina con mezzo bicchiere d’acqua ed il prezzemolo, salare , coprire e lasciare cuocere a fuoco lento fino a che l’acqua non sia ritirata. A parte in una padella dai bordi alti, capiente per  accogliere poi  anche  gli  gnocchi a mantecare, far soffriggere a fuoco lento lo scalogno 


con l’olio e i gamberi sfumare con il brandy; quando il  brandy sarà  consumato  togliere i  gamberi  dalla padella e metterli da parte in  caldo; al  sugo  dei  gamberi unire la passata, i  carciofi ,far sobbollire per 10 minuti circa, se necessario aggiunger un bicchiere di acqua calda, alla fine aggiungere la buccia grattugiata del limone e due gamberi sbucciati e tagliati in dadi, lasciare sul fuoco per qualche minuto ancora, poi togliere dai fornelli. Nel frattempo
in abbondante acqua, cuocere gli gnocchi, sappiamo che quando vengono a galla sono pronti, scolarli e metterli nella padella con il sugo.



A fuoco lentissimo mantecare gli gnocchi per qualche minuto, se necessario aggiunger un poco di acqua di cottura, togliere dai fornelli,
impiattare e guarnire con un  gambero su  ogni piatto.

Il  commento  di Rebecca:

un piatto  già postato all’inizio  di questa  avventura  chiamata  blog . Lo  ripropongo perché  è un piatto  che merita ,  buono  e stuzzicante  con il  gusto  del limone , che lascia un  buon  sapore in bocca. Espressamente  richiestomi  da mia  figlia , l’ho  fatto ieri  sera per  la  cena  di  compleanno  dei miei  gemelloni i miei  cuccioli ….cresciuti.






martedì 17 marzo 2015

le ricette di rebecca







TRECCIA NUTELLOSA


Ingredienti

150 gr. lievito made
300 gr. farina 00
200 gr. farina manitoba
80 gr. fiocchi di patate
400 gr. latte
140 gr. zucchero
150 gr. burro a temperatura  ambiente
3 tuorli
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di miele
1 fiala  aroma di limone  (o buccia  grattugiata)
nutella q.b.


Preparazione

In una ciotola mescolare il lievito madre  con i tuorli d’uovo, ad  ottenere un composto cremoso. Unire tutti  gli altri ingredienti, tranne il burro, lentamente, impastare bene ,  a mano o  nell’impastatrice, da ultimo unire il  burro morbido, incorporare   e quando l’impasto sarà ben amalgamato, incordato,  scodellare  sulla spianatoia  ben infarinata  fare  delle  pieghe  tirando la pasta lateralmente  e riportandola  al centro per  più volte, porre la pasta in un recipiente  capiente, coprire  con la pellicola  alimentare  e lasciare lievitare per un paio di ore.
Dividere in  due parti la pasta  e ognuna delle  due in tre ; 


allungare  in  filoncini, stendere  gli stessi  con il mattarello  e  disporre sopra una “fila” di  nutella, 


richiudere su se stesse le strisce arrotolarle a spirale  ed intrecciare , verranno due  belle  trecce.  Mettere a lievitare ben distanziate in teglia, fino al  raddoppio, in forno spento , circa 4/6 ore , dipende dalla temperatura , dopo averle inumidite con  qualche pennellata di  acqua  tiepida. 



Una  volta raggiunta la lievitazione  accendere il  forno  e portarlo a 180°, spennellare la superficie  con rosso d’uovo diluito  con tre  cucchiai di latte tiepido, volendo spolverare  con  zucchero  semolato ,



 cuocere per circa 20 minuti.

Il commento  di Rebecca:

la treccia  brioche è molto  ben  vista dalle mie parti,  colazione merenda  sfizio a volte anche  dopo pasto. Versione  con la nutella apprezzatissima, rimane  ancora più morbida e diventa ancora più golosa.
Con questi ingredienti  oltre a due  belle  trecce ho fatto anche  


dei cornetti , sempre  rigorosamente  alla nutella.




domenica 15 marzo 2015

le ricette di rebecca








MUFFIN  CON  FRUTTA DISIDRATATA



Ingredienti per 12  piccoli o 6 grandi

Solidi
140 gr. zucchero
250 gr. gr. farina
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
Liquidi
85 gr. burro sciolto
2 uova
100 gr. latte
mezza fiala aroma arancia
Vari
3 cucchiai  frutta mista  disidratata  a pezzetti (cocco arancio papaia  uva banana albicocca etc.)
3 cucchiai sambuca
cacao in polvere

Preparazione:

far rinvenire la  frutta  disidratata in un  bicchiere di  acqua  bollente con la  sambuca.
Miscelare insieme tutti gli ingredienti solidi, in un’altra ciotola frullare insieme tutti i liquidi. Mettere  la ciotola dei liquidi in quella dei solidi lentamente ,  amalgamare insieme, senza lavorare troppo l’impasto. Nello stampo porre  i pirottini, 


riempire ognuno per metà, sopra  mettere un po’ di frutta rinvenuta. Spolverare  con cacao e zucchero semolato . Cuocere in forno caldo a 200° per in quarto d’ora circa .


Lasciare raffreddare prima di servire.

Il commento di Rebecca:

molto gustoso il mix di  frutta  disidratata  a pezzettini, lo uso per lo strudel, di solito , questa volta  anche nei muffin , ottimo  risultato . I muffin  non deludono mai.





lunedì 9 marzo 2015

le ricette di rebecca







GARGANELLI CARCIOFI E PANCETTA


Ingredienti per  quattro persone

250 gr. garganelli all’uovo secchi
3 carciofi
1 conf. pancetta affumicata  a dadini
1 scalogno
aceto
olio extravergine
sale
peperoncino

Preparazione:

pulire  i  carciofi , farli  a  pezzetti e bollirli per  una decina di minuti , devono ammorbidire.
In una padella  capiente  mettere  poco olio lo scalogno affettato finemente , 


scaldare e unire la  pancetta, rosolare a fuoco lento. Sfumare  con  mezzo  bicchiere di aceto bianco, 


unire i carciofi  un poco di peperoncino  e un  cucchiaio generoso di olio, salare e fare andare a fuoco lento per  circa  dieci minuti.
Cuocere i  garganelli  in abbondante  acqua  sapida , buttare al  bollore e  scolare molto al dente , metterli  nella padella  con l’intingolo e un mestolino di acqua  di cottura , mantecare e riposare. Servire  caldi  volendo  si può aggiungere pecorino  o parmigiano  secondo  gusto.

Il  commento di Rebecca:


i garganelli  mi piacciono molto , ma non incontrano molte  simpatie  in  famiglia , ogni tanto però me li concedo , con questo  condimento  sono davvero  gustosi  e  non  ci sono stati nasi  storti…..






mercoledì 4 marzo 2015

le ricette di rebcca




FAZZOLETTI E FAGOTTINI  GUSTO STRUDEL CON L.M.

Ingredienti:

150 lievito madre
300 gr. farina 00
200 gr. farina manitoba
80 gr. fiocchi di patate
400 gr. latte
150 gr. zucchero
3 tuorli
90 gr. burro
1 pizzico di sale 
1 cucchiaino di miele
1 fiala  aroma  arancio
 70 gr. burro per  sfogliare
Ripieno
2 mele golden
cannella q.b.
¼ di bicchiere di bellini
1 manciata di  frutta mista  disidratata (cocco, papaia,ananas,banana,albicocca etc.)
nocciole  sminuzzata  q.b.

Preparazione:

In una ciotola mescolare il lievito madre  con i tuorli d’uovo, ad  ottenere un composto cremoso. Unire tutti  gli altri ingredienti, tranne il burro, lentamente, impastare bene ,  a mano o  nell'impastatrice, da ultimo unire il  burro morbido, incorporare   e quando l’impasto sarà ben amalgamato, incordato,  scodellare  sulla spianatoia  ben infarinata  fare  delle  pieghe  tirando la pasta lateralmente  e riportandola  al centro per  più volte,


 porre la pasta in un recipiente  capiente, coprire  con la pellicola  alimentare  e lasciare lievitare per un paio di ore. Nel frattempo preparare il ripieno:
fare rinvenire la frutta disidratata in acqua  bollente. In un tegamino mettere il bellini  con la mela  , precedentemente  sbucciata e ridotta in tocchetti, la  frutta rinvenuta un cucchiaio di  zucchero ed una  generosa  spolverata di  cannella in polvere. 


Cuocere  fino all’evaporazione di tutto il liquido. Lasciare raffreddare.
Una volta trascorso il periodo di  riposo scodellare, di nuovo, la pasta  sulla spianatoia infarinata , fare le pieghe  a tre per  tre /quattro volte . Dividere l’impasto   in sei parti ,  stendere  una palla  con il mattarello, sulla  carta forno,  a  creare una base tonda . Ricoprire la  base spalmando con il burro ammorbidito; procedere  a stendere la  seconda ,


 sovrapporre alla prima  spalmare  ancora il burro , proseguire nello stesso modo fino all'ultimo disco  che andrà  a coprire il tutto , senza  essere spalmato. Con il mattarello  stendere la pasta  così stratificata, delicatamente  allungando e  assottigliandola leggermente.


Con la pasta lievitata  fare dei rettangoli e dei quadrati, porre il ripieno  su un lato del rettangolo, sull’altro praticare 3 tagli  simmetrici  ed di uguale  lunghezza, per i quadrati 


 porre il ripieno verso un angolo  e fare i tagli  nell’angolo opposto ,


 chiudere a triangolo.


 Sovrapporre la parte  con i tagli su quella con il ripieno e  premere sulla pasta  per  sigillare, spennellare con acqua  tiepida per inumidire  


 , mettere a lievitare in teglia  ben distanziati per 6/8 ore.


 Terminata la lievitazione  ,spennellare  con  il rosso d’uovo , sopra , a pioggia mettere un poco di zucchero semolato.

Cuocere in forno caldo a 180° fino a doratura, i tempi variano secondo i tipi di forno. 


Servire  caldi o freddi.


 Il  commento di Rebecca:

una  sfogliatura  a strati per  questi  fazzoletti  davvero  gustosi, ci  vuole un po'  di pazienza ma il  risultato premia , qualcuno  ha  detto " come  quelli  del bar!", lo  considero un  complimento gratificante. 








giovedì 26 febbraio 2015

le ricette di rebecca




SBRICIOLATA UVA  GANACHE  E PINOLI

Ingredienti:

300 gr. farina 00
100 gr. burro temperatura  ambiente
130  gr. zucchero
1 uovo
buccia  grattata di mezzo limone
buccia  grattata di mezza  arancia
1 bustina  lievito in polvere per  dolci
1 pizzico di sale
marmellatadi uva q.b.
pinoli q.b.
100 gr.  cioccolato extrafondente
100 gr. panna liquida  vegetale  senza  grassi idrogenati

Preparazione:

preparare la  ganache  versando sul  cioccolato spezzettato la  panna  bollente  mescolare fino a  completo scioglimento, lasciare  raffreddare.
In una ciotola unire  gli ingredienti  ed impastare  con le  dita in modo  da  fare un impasto sbricioloso.
Mettere metà impasto  sulla teglia  a coprire  bene il  fondo, sopra  uno strato di marmellata di  uva e sopra  cucchiaiate  in ordine  sparso  di  ganache al  cioccolato a 


coprire il restante  impasto, naturalmente  a briciole  , sopra  al tutto  distribuire i pinoli.
In forno caldo per 30/40 minuti  dipende  dal  forno  .  servire  fredda.


Il commento  di Rebecca

un’altra  torta  sbriciolata golosa ed  appagante  con il  giusto  equilibrio  tra  morbido  e croccante, dolce  ed  acidulo, cremoso e granuloso , una  bontà che  soddisfa il  fine pranzo  come  la merenda.