domenica 1 dicembre 2013

le ricette di rebecca












TRONCHETTO  DI NATALE



raccomandato menù feste

Ingredienti  per  8/10 persone:
pasta biscotto:
5 uova (medio-piccole  o 4 grandi)
80 gr. zucchero
40 gr. farina 00
40 gr. frumina
1 pizzico  di sale
1 bustina di vanillina o aroma  vaniglia
crema
300 gr. latte
2 uova intere
4 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio  di frumina
¼ di baccello  vaniglia
200. gr. panna liquida  zuccherata, vegetale,  senza  grassi idrogenati
ganache
200 gr. panna liquida  zuccherata, vegetale,  senza  grassi idrogenati
200 gr. cioccolato extrafondente  
varie
Nutella
Bagna
Caffè
Zucchero
Acqua
Gin
Rum per  dolci
decorazioni
2 ciliegie candite
pasta di  zucchero verde q.b.
colori per alimenti

Preparazione:

sabato mattina
Preparare la pasta biscotto: separare i tuorli dalle chiare , montare queste ultime  a neve. 


Sbattere bene  i tuorli con lo  zucchero  fino a  sbianchire, miscelare la farina  con la vanillina e d il sale , unire  alle  uova, continuare a lavorare con lo sbattitore  per  qualche minuto, quando sarà un  bel  composto cremoso unire le chiare e ,  con movimento rotatorio dal basso in alto  , incorporare.


 Foderare la leccarda  con  carta forno, colare il composto al  centro , poi livellare e d uniformare, infornare in forno caldo a 180° per  10/12 minuti. Inumidire un canavaccio pulito, stenderlo sul tavolo;


 sfornare la pasta  e 


rovesciare la stessa  sul canavaccio, togliere delicatamente la carta forno, metterne un nuovo  foglio sopra la pasta ,

 arrotolare delicatamente , porre il rotolo in una busta di plastica per alimenti, mettere in  frigo.
Preparare le  crema , come da ricetta, in questo caso uniamo anche gli albumi per ottenere una crema più consistente. Quando sarà  raffreddata  , conservare in frigo.
 Sabato sera
Preparare la  ganache . Portare a bollore la panna, sminuzzare il cioccolato , colare la panna bollente  sul cioccolato  , mescolare bene  con un  cucchiaio di legno, fino a ché il composto diventi lucido e cremoso , lasciare  raffreddare
Montare la panna, unire alla crema  fredda , dopo aver tolto la  bacca di vaniglia,  mescolando  con la  frusta  con movimenti circolari  dal basso in alto ,per ottenere una  chantilly.
Mettere il barattolo della  nutella sul termosifone per  renderla più spalmabile.
Preparare la bagna : in una tazza  miscelare mezza tazzina  di caffè, due cucchiai di gin , due cucchiai di rum  mezza tazzina di acqua, due cucchiai di  zucchero.
Riprendere la  pasta , svolgerla  con delicatezza, bagnare la  base  spennellando la  bagna su tutta la  superficie;


 fare uno strato  leggero di nutella, sopra spalmare la  crema  chantilly; riarrotolare con delicatezza senza  stringere, togliere la  crema in eccesso, incartare il rotolo in carta forno ,  avvolgere il tutto nella pellicola  alimentare  e  mettere in  frigo.


Stendere la pasta di  zucchero verde , ricavare  le  fogli di agrifoglio, se non si ha la  formina, si può prendere una foglia   finta e, dopo averla lavata e ben asciugata , premerla sopra la  pasta   e poi  ritagliare la  forma ottenuta. Mettere le foglie  a seccare.
Domenica mattina
Riprendere la  ganache  e sbatterla un po’  con la  forchetta , se è troppo dura  si può scaldare , ma poco altrimenti  ridiventa liquida

Riperdere anche il rotolo ripieno, lasciar  sotto la carta forno , tagliandone  l’eccedenza, lasciare solo  un paio di  dita tutto intorno al rotolo;  togliere l’eccedenza della crema  che sarà fuoriuscita  dai  bordi. 


Tagliare  trasversalmente due  fette ai due  capi del rotolo, metterle da parte;


 ricoprire il rotolo con la  ganache di cioccolato, trasferire sul piatto di portata, facendolo scivolare dalla carta forno .


Unire lateralmente  le  due  fette , a creare  la  forma  del ceppo, coprire anche queste due parti aggiunte con la  ganache,  quando sarà ben livellata , con i rebbi della forchetta,  tirare  delle linee a simulare la  corteccia del tronco,

 guarnire  con le foglie  di agrifoglio unite alle ciliegie candite, spolverare il piatto di portata  con lo zucchero a velo.

Servire  freddo.


Il commento di Rebecca:

non  so se  si  nota , ma mi è scoppiata la voglia  di Natale! La “fanciullina” sta scalpitando,  e allora oggi…. prove  tecniche di festività natalizie.
Ho voluto fare il tronco  o ceppo di  Natale , naturalmente  versione  riveduta e corretta  per quanto riguarda il ripieno , se è poco calorico che  gusto  c’è?
 Per le  foglie  avevo un poco  di pdz  rimasta dalla torta al pistacchio, il verde non mi soddisfaceva in pieno , così ho  mischiato una goccia di blu e una di giallo , ho ottenuto un verde più deciso e ho sfumato  l’agrifoglio, così mi piace di più ,per il taglio ci ha pensato mio marito ;  le avevo  già  riappallottolate  tre volte,  quando si è mosso a compassione  e me le ha tagliate lui , tutte quelle puntine, troppa pazienza!!!!
In  conclusione  anteprima  riuscita , buonissimo , bello da vedere, anche  se le  foto non  rendono,( colpa della fotografa un po’ scarsa), scenografico, molto natalizio!







8 commenti:

Valentina ha detto...

wow ti e0 venuto perfetto complimenti!

Federica Simoni ha detto...

spettacolare REbecca!!!! un abbraccio!

cliv ha detto...

Veramente bello...e chissa' che buono!

Giovanna ha detto...

Anch'io sabato ho cominciato le prove del Natale.
Il tronchetto è uno dei miei dolci preferiti, il tuo è bellissimo. Un bacio

NonnaPapera Cristina ha detto...

che belle le preparazioni dei dolci natalizi!

Simo ha detto...

evviva ma qua è già Natale, wowwwwwwww

Simo ha detto...

evviva ma qua è già Natale, wowwwwwwww

Il Mondo di Milla ha detto...

Che deve essere questo dolce....paradisiaco letteralmente e poi fa subito Natale!!!