mercoledì 2 gennaio 2013

le ricette di rebecca







CIAMBELLA PANDORA

Ingredienti:
100 gr. farina manitoba
30 gr. farina 0
1 tuorlo
2 uova intere
20 gr. burro
45 zucchero
60 +15   gr. pasta madre (rinfrescata  e molto attiva)
5 gr. sale
20 + 10 gr. circa acqua
100 gr. cioccolato fondente  extra
Vaniglia
Sfogliatura
50 gr. burro
2 quadratini cioccolato bianco (sciolto)
5 gr. miele

Preparazione:

1° impasto- sera
Impastare la pasta madre 60 gr.) col tuorlo per  cinque minuti, unire ,poi,  le farine ed il sale. 
Da parte sbattere bene le uova con lo zucchero, unire lentamente  all'impasto precedente  sempre amalgamando, fino ad incordare bene, incorporare poco alla volta il burro, a temperatura ambiente, e da ultimo   i 20 gr. di acqua, deve venire una pasta liscia e compatta. 
Lasciare lievitare, coperto, tutta la notte in ambiente caldo  . 
dopo aver messo a lievitare l’impasto , prendere il burro per la sfogliatura, che avremo lasciato a temperatura ambiente  e sbatterlo bene  con la vaniglia, il cioccolato bianco fuso ed il miele, ottenuta una crema , mettere i frigo coperto da pellicola.
2° giorno – mattina
Prendere la crema di burro e stenderla tra due fogli di pellicola, ottenendo un rettangolo, riporre in frigo.
Sciogliere  i 15 gr.  di pasta madre con i 10 gr. di acqua ed unire all'impasto  lievitato, impastare  fino ad incordare , se dovesse risultare troppo  molle unire  ancora un poco di farina. 
Lasciare riposare per circa  trenta minuti. Riprendere la pasta   rovesciare sulla spianatoia , infarinata , stendere  a formare un rettangolo  grande tanto  da contenere  quello di burro; posizionare il burro steso sulla pasta , chiudere a pacchetto e fare le pieghe a tre , tante volte quante ne sono necessarie perché il burro non fuoriesca  da  nessuna parte , per me sono state necessarie  sei volte, senza riposo.
Prendere la pasta  allargarla , con le mani, sulla spianatoia infarinata, distribuire il cioccolato  spezzettato, quindi  arrotolare e rigirare   tenendo  ferma una estremità  e arrotolando dall'altra  a creare una sorta di “torciglione” , unire infine le due parti  a corona, mettere nella teglia su carta forno a lievitare in luogo caldo e senza correnti. 
Lasciare lievitare  fino a raddoppio. Una volta raggiunta la lievitazione cuocere in forno caldo a 160°, a fessura , lasciando leggermente aperto lo sportello del forno, dopo trenta minuti abbassare a 150, sempre a fessura, cuocere per altri cinque minuti , lasciare raffreddare nello stampo. Quando è ben freddo , spolverare con lo zucchero a velo.
  Si può  conservare nella busta di cellophane per un lungo periodo.


Il commento di Rebecca:
 la ciambella pandora é la “nipotina “ del pandoro, l’impasto  che mi è avanzato dal pandoro è divenuto ciambella. Davvero molto buona , morbida e profumata e con quell'aggiunta di cioccolato goloso all'interno . niente male! Ho ricavato le dosi  così da poterla replicare anche al di fuori del periodo natalizio . il procedimento è un po’ lungo , ma ne vale sicuramente la pena.







9 commenti:

Serena Mazzieri ha detto...

Si credo che ne valga veramente la pena, la foto parla da sola...:-) a presto

Federica Simoni ha detto...

stupenda questa torta!!!!!ciao!

nonna papera ha detto...

Ma sei veramente geniale!
Idea superformidabile!

Simo ha detto...

...semplicemente strepitosa mia cara...perfetta per augurarsi buon anno!!! Un abbraccio grande

elisabetta pendola ha detto...

auguri di cuore per uno splendido 2013!

speedy70 ha detto...

perfetta e golosa!!!!! Un abbraccio Rebecca e augurissimi, buon anno!!!!

Betty ha detto...

è meravigliosa! da provare!
un abbraccio e felice 2013 cara :-*

Giovanna ha detto...

Ma che meraviglia la nipotina del pandoro!
Cara Rebecca ti faccio tanti tanti auguri di Buon Anno a te e alla tua famiglia!

rebecca ha detto...

grazie amiche carissime che questo anno sia per voi, sereno , vi abbraccio Reby