mercoledì 18 maggio 2011

le ricette di rebecca










PANE CON PASTA MADRE




Ingredienti:


400 gr. farina 0
200 gr. farina manitoba
480 /420 gr. acqua
200 gr. lievito madre
1 cucchiaino zucchero
1 cucchiaino miele
sale secondo gusto


Preparazione:


nella m.d.p. mettere il lievito madre con 1 etto di manitoba , lo zucchero 200 gr. di acqua, fare andare la macchina , ad impasto, fino ad ottenere una pastella, spegnere e lasciare riposare per almeno 1 ora. Unire il resto degli ingredienti nella macchina e, fare andare , modalità impasto, fino a ché sia ben amalgamato e risulti lucido. Rovesciare l’impasto in una ciotola capiente,leggermente infarinata, coprire con un foglio di plastica, lasciare lievitare per 12/15 ore .A lievitazione raggiunta rovesciare l’impasto sulla spianatoia infarinata bene, l’impasto risulta molto morbido, dividere in due parti: allargare un pezzo con le mani , poi piegare la due estremità laterali , destra e sinistra, verso l’interno, come se chiudessimo una finestra, poi la parte alta , ripiegare verso il centro , ma senza raggiungere il centro , la piegatura sarà al massimo di quattro dita, schiacciare leggermente la parte piegata e arrotolare su se stessa a formare il filoncino, mettere in uno stampo da plum cacke, a misura, coperto da un panno bianco infarinato, infarinare anche la parte superiore del filoncino, e ricoprire ripiegando lo straccio a coprire; procedere allo stesso modo per il secondo pezzo di impasto. Lasciare lievitare per venti minuti circa. Nel frattempo accendere il forno al massimo, fare scaldare bene. Trascorsi i venti minuti preparare un foglio di carta forno sulla leccarda del forno o su una teglia rettangolare da pizza, rovesciare il primo filone capovolto e fare tre incisioni con un coltello ben affilato facendo attenzione ad incidere non in profondità, dritto, ma lateralmente come se si volesse sbucciare piegare la carta forno per separare i due filoncini e mettere il secondo procedendo nella stessa maniera. Infornare nella parte bassa, appena chiuso lo sportello abbassare la temperatura a 200°. Dopo circa 30 minuti trasferire il pane al centro del forno e abbassare la temperatura ancora a 180°, quando il pane sarà ben colorito, toglierlo dalla teglia e posarlo direttamente sulla griglia di supporto del forno, lasciare in forno spento con lo sportello leggermente aperto fino a ché il forno sia freddo.





Il commento di Rebecca:


che soddisfazione il pane fatto in casa e che profumo! Si torna indietro nel tempo quando casa si chiamava focolare, bello bello! Ho seguito il”maestro” Bonci , anche se qualcosina di mio ho lasciato, la proporzione dell’acqua è notevole, si può fare l'80% o il 70% per me meglio il 70, e l’impasto risulta morbidissimo , ma ha ragione lui, si può lavorare , bisogna prenderci un po’ la mano, e avere amore e pazienza, il risultato premia.

13 commenti:

Mary ha detto...

Brava è venuto cosi perfetto e che profumo imagino!

dolceamara ha detto...

Che bel pane hai fatto, dev'essere bello croccante fuori e morbido dentro.Bravissima

Lady Boheme ha detto...

Il tuo pane è meraviglioso, ha un aspetto invitantissimo!!! Complimenti, sei una bravissima panificatrice!!! Un abbraccio

Marcella ha detto...

Il lievito madre è tutta un' altra cosa!!!! Questo si che è un bel pezzo di pane!

mariacristina ha detto...

Vi invidio molto voi che fate il pane con la pasta madre, bravissima, io più che col lievito non mi ci metto. Bacioni e buona serata.

stefy ha detto...

ma è perfetto!!!!!Mi piacerebbe potertene rubare una fettina .....il tuo pane con il lievito madre è ottimo.....

Dillo a noi ha detto...

Meraviglioso, con il pane fatto in casa hai toccato una corda scoperta..la meraviglia della riuscita il suo profumo e il momento non di tagliarlo ma di spezzarlo, condividendo questo momento con profondo amore.
Nonostante la corda scoperta.
Grazie

Geillis ha detto...

Niente, il pane fatto con la pasta madre sembra avere proprio una consistenza sua, non c'è che dire...dovrei prendere coraggio e darmi da fare!!!

Giovanna ha detto...

A me piace tanto panificare, la lievitazione da sempre esercita un grande fascino su di me, ma non si può dire di panificare veramente, se non si utilizza la pasta madre.
Il pane ha una consistenza, un'alveolatura che col normale lievito non si raggiunge.
Rebecca, complimenti, il pane è splendido!

Baci Giovanna

speedy70 ha detto...

Che soddisfazione panificare in casa, bravisima Rebecca!!!!!!!!!!!!!

Stefania ha detto...

Bellissimo è perfetto ..non ho ancora la pasta madre ✿

fiorix ha detto...

Bravissima..ti è venuto davvero stupendo questo pane..un bacio buona domenica!!

Federica ha detto...

bravissima Rebecca questo pane è eccezionale!baci!