sabato 8 agosto 2009

le ricette di rebecca


PASTA E FAGIOLI

Ingredienti per quattro persone :

200 gr. fagioli secchi (borlotti-cannellini-boccetti etc. la qualità che si preferisce)
o 400 gr. fagioli freschi
250 gr. cannolicchi
scalogno
1 carota
salvia
olio extravergine d’oliva
latte

Preparazione:

mettere a bagno i fagioli, se secchi , per circa dieci ore, se freschi sgranarli e sciacquarli, poi bollirli in abbondante acqua con poco sale e un rametto di salvia, possibilmente in una pentola di coccio con acqua non calcarea, farli cuocere lentamente in modo che non si separino dalla buccia. In un tegame mettere a scaldare lo scalogno affettato finemente , la carota a pezzettini , la salvia con un cucchiaio di olio e uno di acqua, fare andare a fuoco lento fino a che non appassisca lo scalogno, frullare il tutto con il pimer. Unire tre cucchiai di passata di pomodoro, far cuocere il sughetto per qualche minuto , poi unire i fagioli con l’acqua di cottura e mezzo bicchiere di latte intiepidito, lasciare sobbollire il tutto per venti minuti. Se il liquido è sufficiente per la minestra bene altrimenti aggiungere ancora acqua calda secondo la necessità, ricordiamo che deve cuocere la pasta . Aggiustiamo di sale. Quando la minestra si sarà bene insaporita, portiamo a bollore e caliamo i cannolicchi, cuocere per il tempo necessario e poi lasciare riposare. Servire calda, o fredda secondo i gusti e le stagioni.

Il commento di Rebecca:

piatto classico e indiscusso della nostra tradizione, nel tempo l’ho cambiato secondo le esigenze e le contingenze, vedi le varie allergie, l’aglio per esempio, il battuto che non si usa più e via dicendo. Questa ultima versione è comunque buona e gustosa specialmente se la minestra viene bella densa come piace a noi, ed io regolo la parte liquida perché ciò accada! Le scuole di pensiero dicono che questo è un piatto invernale, ma io lo trovo stupendo anche nella stagione calda, naturalmente non bollente , intiepidito . Oppure freddo, con l’accortezza di mettere maggiore liquido e togliere dal fuoco quando la pasta e ancora duretta. Si lascia raffreddare e si mangia con gusto anche quando fa caldo . Con i fagioli appena raccolti dall’orto è veramente buonissima, più biologico di così…….

12 commenti:

Mary ha detto...

Buoni anche d'estate resta sempre un piatto appetitoso!

Simo ha detto...

UN CLASSICO SEMPRE BUONISSIMO!

Federica ha detto...

dalle mie parti si fa spesso...a casa mia non manca mai...adesso che ci solo i fagioli freschi poi è buonissima tiepida o a temperatura ambiente!! brava!! ciaooo

Forchettina Irriverente ha detto...

Per i piatti tradizionali con c'è stagione. Si mangiano quando si ha voglia. Il mio problema in estate è il caldo in cucina .. ma ormai non sento più nulla ..... Quindi .. W la pasta e fagioli. Se poi la si fa più alleggerita è perfetta anche in estate !! Baci e Buon WE Manu

Danea ha detto...

Io amo la pasta e fagioli e la mangerei anche con questa calura, ma la dieta mi impone di starle lontano :(
Baci.

Lacrima ha detto...

buona e bella ideea! devo provarla anche se davvero mi pare consistente...:) complimenti e buona domenica

Claudia ha detto...

Io la adoro!!!!! però lo preferisco come piatto invernale.. ora con questa afa non riuscirei proprio!!!! bacioni grandi :-))))

rebecca ha detto...

vedo dai vostri commenti che piace a tutte!!! certo per la dieta non è il massimo ,ma se si mangia come piatto unico senza esagerare con i quantitativi ce la possiamo concedere!ciao a tutte voi Reby

katty ha detto...

un pitto sempre buonissimo!!! bacioni e buona giornata!!!

annamaria ha detto...

BUONISSIMO REBECCA, PASSA DA ME CHE C'E' UN PREMIO PER TE CIAO ANNAMARIA

rebecca ha detto...

eccomi di ritorno ! lunedì si lavora!!!!! vi ringrazio delle visite che mi avete fatto. ringrazio Annamaria del premio che accetto volentieri , il problema è che nin riesco a riassegnarli perchè siete tutte premiatissime!!!!! grazie Reby

Laura ha detto...

buoooooooooooooooooooooooooooooona!!!!