martedì 13 gennaio 2009

le ricette di rebecca



PASTA ALL’UOVO




Preparazione base
Ingredienti per ogni persona:

1 uovo
1hg. farina 0 per paste ripiene (ravioli tortellini etc.)
1 hg. farina di grano duro per pasta vari tagli non ripiena ( fettuccine, tonnarelli etc.) pasta più consistente
50 gr. farina 0 e 50 gr. farina grano duro per pasta vari tagli ( fettuccine, tonnarelli etc.)pasta più morbida
sale mezzo pizzico
mezzo cucchiaino olio extravergine di oliva.
per la lasagna : ogni tre persone
1 uovo
50 gr. farina grano duro
50 gr. farina 0
sale mezzo pizzico
olio mezzo cucchiaino

Preparazione:

nel mixer mettere le uova la farina( scelta tra le tre possibilità secondo quello che dobbiamo fare) il sale, l’olio e lasciare impastare per il tempo necessario, di solito un paio di minuti, altrimenti impastare a mano , ci vorrà in poco più di tempo; lasciare riposare la pasta, coperta per non farla seccare, magari con la pellicola per alimenti. Dopo circa 15/20 minuti riprendiamo la pasta , montiamo la macchina, detta “nonna papera”, appunto per la pasta; dividiamo l’impasto e iniziamo a passare una parte tra i rulli più grandi , otterremo una striscia , pieghiamo a metà e ripassiamo una seconda volta , ripieghiamo ancora e passiamola tra i rulli più stretti per ancora un paio di volte fino ad arrivare ai rulli ancora più stretti dai quali otterremo la striscia fina al punto giusto per la consistenza che ci occorre mettiamo la striscia a seccare, se troppo lunga la taglieremo in due , proseguiamo nello stesso modo fino a d ottenere varie strisce. Se ci occorre per una pasta ripiena ci fermeremo alle strisce, altrimenti se dobbiamo fare della pasta tagliata, montiamo sulla nonna papera il componente che taglia la pasta nelle varie misure e scegliamo quella che ci occorre, prima di passare la striscia mettere un poco di farina e fare un giro a vuoto, inserire con calma la prima striscia e tagliare la pasta , poggiare con delicatezza la pasta ottenuta su un vassoio infarinato , proseguire fino a terminare l’impasto. Se invece siamo particolarmente bravi possiamo tirare la sfoglia a mano con il mattarello fino ad ottenere lo spessore desiderato , arrotolando la sfoglia al mattarello , lisciandola in senso orizzontale , svolgendola e riavvolgendola, e , se ci occorre per una pasta con ripieno, basterà porre questo nella parte alta della sfoglia piegare e proseguire tagliando e chiudendo bene con le dita; se invece dobbiamo fare un formato tagliato tipo fettuccine bisognerà arrotolare la sfoglia su se stessa e tagliare con un coltello ben affilato e di lama piatta e consistente delle strisce partendo dall’inizio del rotolo di pasta fino a terminarlo della misura che ci occorre, svolgere la pasta e metterla su di un vassoio infarinato.

Il commento di Rebecca:

fare la pasta fatta in casa è una bella soddisfazione! Non l’avevo mai provata fino a qualche anno fa’ ,perché mia madre è bravissima e mi riempiva di vari formati di pasta : ripiena, fettuccine, tonnarelli e chi più ne ha più ne metta ! Poi ho provata e mi sono sentita veramente contenta , certo non sono brava come la mia mamma, io la faccio con la macchina, ma viene buona e poi posso dire che l’ho fatta con le mie mani. Comunque mamma continua a fare pasta per tutti,e la sua è sempre super!

4 commenti:

Giugiu' ha detto...

Anche io a Natale ho ricevuto la macchina per tirare la pasta ... ed ora ho imparato a fare anche io la pasta all'uovo .. è una soddisfazione non da poco ...
Non so se lo fai già, magari si, ma mia suocera mi ha insegnato a spolverare la pasta già tirata con della farina gialla (quella per polenta) per aiutare l'asciugatura ed evitare che la pasta rimanga umida e si incolli!Provare per credere!
Ciao, baci

Giugiù

rebecca ha detto...

benvenuta ! E' un piacere trovare una nuova amica! non ho mai provato la farina di mais, come mi consigli, ho sempre usato normale farina al massimo la grano duro , proverò , grazie del consiglio prezioso a presto , reby.

andrea matranga ha detto...

che bella sfoglia compliemti

rebecca ha detto...

Grazie Andrea ! ricevere un complimento da te è un onore ! a presto Reby